OK     Altre Info
Questo sito utilizza i cookie per aiutarci a offrirvi una migliore esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie da parte nostra.
News
ISFOL - Il sistema dell'Accreditamento
4 mar
2010

SPECIALE DATABASE NAZIONALE - È stato presentato nel corso della giornata seminariale “Il Sistema Nazionale di Accreditamento. Stato dell'arte e prospettive", il nuovo database nazionale sugli organismi e sulle sedi formative accreditate, promosso dal Ministero del Lavoro in collaborazione con l’Area Risorse strutturali ed umane dei sistemi formativi dell’Isfol.

L’archivio elettronico raccoglie le informazioni su tutte le strutture deputate a erogare servizi di istruzione e formazione finanziati con fondi pubblici ai sensi dell’Intesa Stato Regioni ratificata nel marzo del 2008, ed elaborata sulla base dei lavori svolti da un gruppo tecnico promosso sempre dal Ministero del Lavoro.

Il database racchiude il panorama formativo pubblico italiano: oltre 5mila organismi e circa 7mila sedi formative registrate. Con un semplice click si accede a delle “schede d’identità” delle strutture che riportano informazioni quali regione di appartenenza, comune di residenza, provincia, indirizzo, telefono e mail. Nelle diverse schermate compaiono inoltre indicazioni sulla natura giuridica e sulle filiere formative per le quali è stato richiesto l’accreditamento.

Si tratta, dunque, di una sorta di bussola utile sia agli operatori che ai singoli cittadini per orientarsi nel complesso labirinto della formazione e per conoscere i luoghi dove si svolgono attività formative pubbliche finanziate. Tra queste, troviamo anche quelle destinate all’assolvimento dell’obbligo di istruzione/diritto-dovere formativo.

Rispetto all’edizione precedente (2005), si nota una riduzione degli organismi, da 6623 a 5707, nonché delle sedi, che passano da 9252 a 6790.

Questo fenomeno – afferma Massimo De Minicis, ricercatore Isfol impegnato nel progetto - si spiega con l’entrata in vigore dell’Intesa del 2008 che ha riformato radicalmente gli standard minimi alla base del dispositivo accreditamento. Si è passati da una logica orientata al soddisfacimento di criteri logistico-organizzativi, ad una concezione incentrata sulla qualità del servizio formativo offerto”.

Per accedere ai finanziamenti nazionali e comunitari per la formazione bisognerà sempre più dimostrare di possedere sia le capacità gestionali che le competenze necessarie per valutare i risultati dell’apprendimento acquisito al termine dei corsi, nonché gli esiti occupazionali degli stessi.

Il seminario è stata inoltre l’occasione per tracciare un primo bilancio dell’attuazione del nuovo modello di Accreditamento nei diversi contesti regionali.

www.isfol.it/DocEditor/test/File/2010/notizie/Isfol_DBNA_nazionale_accreditamento_2008.htmwww.isfol.it/DocEditor/test/File/2010/notizie/Isfol_DBNA_nazionale_accreditamento_2008.htm
Torna Indietro